Skip to main content

Arredare balconi e terrazzi per stare all’aperto come a casa

Avatar for Michael
Di 
Soluzioni-per-esterni

Con l’arrivo della bella stagione anche nei condomini fervono i lavori negli spazi esterni, come giardini, balconi e terrazzi. Ecco le migliori soluzioni.

I preparativi per riorganizzare balconi, terrazzi e giardini fervono, con tante sfumature di green. Già, perché non è stato solo il 2020 (che ci ha tenuti rinchiusi fra quattro mura a doppia mandata) che ha fatto riconsiderare il privilegio di possedere uno spazio esterno dove respirare ma, anche e soprattutto, i cambiamenti climatici e la necessità di adottare uno stile di vita più sostenibile hanno fatto riscoprire l’importanza dello stare a contatto con la natura.

L’outdoor, il nostro spazio esterno, deve essere quindi un’oasi verde che sia però l’estensione della casa. Un altro locale, una comfort-zone dove si respira ossigeno. E dove stare in mezzo al verde, anche in città e circondati dal cemento. Un global trend che sarà ancora il protagonista di questo 2024.

Il trend

Il trend dell’esigenza di ammodernamento per gli esterni è stato graduale dall’anno della pandemia ed è in continua crescita, tanto da diventare uno dei main theme del Salone del Mobile 2024: l’arredamento di giardini, terrazze, balconi e patio hanno subito un’importante rivoluzione. Così come tutta la filiera che gravita attorno all’outdoor.

Il che significa più lavoro per tutti gli esperti dei tanti settori coinvolti: dai produttori di materiali, ai costruttori, agli architetti, ai designer, agli artigiani che hanno dovuto adattarsi in fretta alla crescita di una nuova domanda, diventata via via più insistente e soprattutto esigente e variegata sotto diversi punti di vista.

Anche grazie al bonus giardini e terrazzi promosso negli scorsi anni per incentivare il verde soprattutto nei condomini, i consumatori hanno alzato la posta, magari con la ricerca del pavimento giusto, non solo esteticamente bello e in abbinamento con l’interno, ma di un materiale particolare, resistente ai cambiamenti climatici degli ultimi anni così intensi.

Un arredamento bello e versatile per passare all’esterno momenti di svago e puro relax, ma che sia duraturo nel tempo e facile da spostare. Luci a led o illuminazione alimentata da pannelli solari, per un’atmosfera suggestiva, senza sprechi di energie.

Urban gardening

Il protagonista assoluto di quest’anno sarà il verde: urban gardening è già diventata la parola d’ordine. Non solo nei giardini, dove è ovvio che ci sia la libertà di scatenare la fantasia, ma anche balconi e terrazzi che, nonostante abbiano spazi limitati e niente terreno, riservano un potenziale pressoché infinito per diventare angoli di paradiso per fornire benessere e, soprattutto, ossigeno. Un fiorire graduale quindi, per sbocciare in primavera. E si inizia proprio adesso.

Soluzioni per esterni, estensione dell’indoor

Un’altra stanza della casa: ecco qual è la nuova destinazione per portici, balconi e terrazzi. L’esterno deve essere un prosieguo, una continuazione dell’arredamento interno, in tutto e per tutto, con stili adatti a qualsiasi esigenza.

A partire da tavoli e divani, per creare un’atmosfera rilassata, dove si potranno godere momenti di spensieratezza: pranzi, cene e aperitivi, seduti comodamente, vivendo un arredamento di comfort come se fosse quello del proprio salotto. Colori naturali o pastello il trend del 2024, per rilassare sguardo e mente, complici insieme a un’illuminazione suggestiva, per avere l’atmosfera giusta.

E cascate di verde, per respirare un’aria nuova: piante, essenze, fioriere che possono diventare piccoli orticelli, così da avere letteralmente a chilometro zero gli ingredienti necessari per completare un ottimo pasto da consumare all’aperto e creare una barriera fra la propria casa e lo smog della vita quotidiana, soprattutto per chi abita in città.

I materiali

Pavimento e arredamento devono avere caratteristiche particolari: essere resistenti, ma anche amici dell’ambiente. Una scelta timeless è quella del gres porcellanato, Ma si può optare anche per listelli in legno (che può essere anche riciclato), oppure laminati, piastrelle in cotto e in pvc, a patto però che siano resistenti, specialmente all’acqua e all’umidità, possibilmente composti da materiali drenanti.

E robusti, per non essere scalfiti dalle intemperie, che a oggi diventano sempre più intense e di conseguenza dannose, basti pensare alle bombe d’acqua e alle violenti grandinate dell’estate appena passata.

I pavimenti

Tante le aziende che si occupano della superficie calpestabile: come Mapei, con le sue alternative di isolamento e resistenza d’eccellenza. Ma anche Granulati Zandobbio, punto di riferimento della produzione di prodotti legati al mondo dell’architettura del paesaggio per pavimentazioni in pietra sinterizzata, gres porcellanato e pietra naturale, rivestimenti, monoliti e prodotti decorativi per l’arredo del giardino e degli spazi esterni.

Bellamoli Granulati da oltre 90 fornisce pavimentazioni dal sapore antico, ma resistente, con pietre plasmate per ogni esigenza. Così come Dakota, azienda specializzata nei pavimenti drenanti, Eterno Ivica, Ipm Italia, con la produzione di resine particolari e Pontarolo con pavimentazioni in materiali particolari e componibili. Il materiale lapideo va però utilizzato senza dimenticare l’impatto dei raggi Uv del Sole, e dell’aumento delle temperature.

Il legno di Felli

Felli, propone soluzioni che rispondono alle esigenze dell’architettura attuale, sia come tipologie applicative sia come prodotti, legati alla natura e al profondo rispetto per l’ambiente.

Il legno, ricavato da scarti di lavorazione, è utilizzato come rivestimento verticale, oppure come superficie calpestabile per pedane, terrazze o bordo piscina.

Decking, facciate ventilate, frangisole ed elementi di confine sono solo alcune delle applicazioni possibili con i prodotti che crea per l’outdoor. I pavimenti, tutti realizzati con materiale eco friendly in Wpc (Wood Plastic Composite) sono inoltre adatti a ogni stagione.

Ceramiche Keope anni Cinquanta

Ceramiche Keope ha presentato District, la nuova collezione effetto cemento che attinge a piene mani dai canoni estetici del brutalismo anni Cinquanta, rivisitandoli per rispondere all’esigenza moderna di ricongiungersi con la natura. Un perfetto pavimento per l’oudoor.

Essenziale e versatile, grazie alla sua forte plasticità, il cemento in questa serie rivela le sue potenzialità espressive, vivificando il rapporto tra spazio, materia e luce. La collezione vede questo materiale protagonista indiscusso, valorizzandone la portata estetica. Da crudo e grezzo il cemento di District si fa morbido, adatto ad ambienti domestici: per un nuovo modo d’interpretare e vivere lo spazio.

Inedito Ragno

Avorio, nocciola, cannella e cenere: quattro colorazioni naturali perfette per valorizzare contesti di recupero o di nuova costruzione, da arredare con finiture di tendenza. Inedito è il nome di una collezione di Ragno pensata per l’outdoor, realizzata con superficie naturale e strutturata nei formati rettificati 25×150 e 20×120 centimetri e nel formato 40×120 centimetri e spessore 20 millimetri. Diverse soluzioni di posa suggeriscono calore e personalità ad ambientazioni dallo spirito contemporaneo.

Pulizie con Fila

La pulizia degli ambienti esterni non va dimenticata: deve essere semplice, con prodotti efficaci e di qualità, facili da reperire sul mercato. È il business di Fila, azienda che produce soluzioni a basso impatto ambientale, ma comunque efficaci su tanti tipi di materiali per outdoor. Ma anche di Lg Italia, con soluzioni per eliminare macchie dovute alle intemperie.

Arredamento multifunzionale

Per l’esterno sono necessari mobili facilmente componibili e scomponibili in ogni occorrenza, di materiale leggero, ma che possa durare se non per sempre, almeno quasi. I più richiesti sono tavoli, sedie, fioriere e panchine.

Divani e poltrone devono avere una struttura robusta, ma i cuscini devono essere soffici e comodi, rivestiti da tessuti impermeabili per essere adatti a qualsiasi stagione.

Uno dei materiali quasi indistruttibile e leggero è la plastica, meglio se riciclata, ma sono utilizzati anche rattan, legno, polipropilene e poliestere, must ricercati per un investimento a tempo indeterminato. Senza dimenticare fioriere e divisori: elementi per poter adattare qualsiasi spazio, anche in pochi metri quadri, che devono essere sia garanti della privacy e dell’intimità, sia del benessere: più piante, più ossigeno.

Qualità di Unopiù

In un mercato per l’outdoor fiorente, un’alternativa si può trovare nella gamma di Unopiù: i divani da esterno sono realizzati con materiali di alta qualità che resistono alle intemperie, assicurando resistenza alla luce solare, pioggia e umidità.

L’azienda propone una vasta scelta di stili, colori e design, dal Liberty all’orientale, dalle linee pulite e asettiche: ce ne sono proprio per tutti i gusti e accessibili per tutti i portafogli. Ampie sedute, basse sedute, con cuscini sfoderabili e resistenti all’acqua e alle intemperie. Un connubio perfetto per stare comodi all’aperto.

L’etica di Ethimo

Dal Mediterraneo alle Dolomiti, nelle residenze private come nelle situazioni dedicate all’ospitalità e al benessere, le collezioni di Ethimo esprimono uno stile raffinato e naturale, in sintonia con i colori, i materiali, le emozioni di scenari unici. Sintesi di bellezza, funzionalità e sostenibilità, il design creato in collaborazione con i protagonisti della cultura internazionale del progetto si fonde con l’architettura e il paesaggio, suscitando emozioni.

Le soluzioni d’arredo offrono un significato alla parola outdoor. L’importanza di proteggere e salvaguardare l’ambiente naturale, unita alla consapevolezza del benessere fisico e mentale generato dal contatto con la natura, caratterizza ogni progetto dell’azienda. Il ciclo di vita dei prodotti è scandito da passaggi progettuali e scelte produttive che rendono ogni elemento d’arredo durevole e quindi sostenibile, cercando di minimizzare il più possibile l’impatto sulla natura.

La flessibilità di Finsa

La voglia di vivere all’aria aperta è la punta di diamante di Finsa, azienda spagnola specializzata nella trasformazione e nell’uso innovativo del legno nel settore arredamento e architettura. Finsa ha proposto nuove soluzioni con la famiglia di arredi Orixe, firmati Stone Designs, uno studio multi-disciplinare di Madrid.

Presentati all’ultimo Fuori Salone, i mobili si adattano bene ai giardini privati, agli spazi pubblici immersi nel verde o alle terrazze in centro città. Nel segno della sperimentazione, con una particolare attenzione alla sostenibilità, Orixe è composto da tre materiali principali: calcestruzzo con inerti riciclati, legno e metallo.

Tutti i componenti sono parametrizzati in Bim. La collezione, in legno riciclato, si compone di tavoli, panche, sedute, ombrelloni, cestini, portafiori ed elementi divisori, che danno vita a innumerevoli combinazioni.

Varaschin e il Glamping

Glamping è un neologismo inglese che unisce la parola camping e glamour. È utilizzato per descrivere un campeggio un po’ diverso: strutture che offrono infatti servizi e comodità luxury dalla spa, alle cucine attrezzate, oltre a essere a tutti gli effetti un’alternativa sostenibile alla classica vacanza in hotel.

Con comodità e design, i prodotti Varaschin per l’arredamento esterno hanno tutto quello che serve per ricreare un campeggio di lusso sul proprio balcone, in terrazzo oppure, ancora meglio, in giardino. Fra i leader del settore outdoor c’è anche Bagattini, che produce pavimenti adatti a ogni evenienza e che fornisce anche consulenze per chi ha bisogno di spunti.

Innovazione e illuminazione

Luci soffuse, ma ad alto risparmio energetico: è la regola. Che siano a Led e con un sensore per non sprecare energia, le luci devono rispettare canoni e dettami della legge, specialmente nei condomini, ma anche dell’estetica.

Non devono essere troppo invadenti, ma abbastanza per illuminare lo spazio all’aperto e regolabili per creare atmosfera. Si parla anche di questo quando ci si riferisce all’outdoor e c’è chi ne ha fatto un vero e proprio cavallo di battaglia.

Il Pavimento luminescente di Senini

Senini ha messo a punto una soluzione per poter illuminare uno spazio senza accendere la luce, grazie a pavimenti fotoluminescenti. La soluzione prevede cordoli e ciottolati che possono essere verniciati con un segnale di forma personalizzata, che assorbe la luce durante il giorno e lo rende luminoso e visibile anche in piena oscurità, e senza utilizzare corrente elettrica. Un’innovazione dell’azienda molto originale e già molto richiesta.

Il pavimento-fotoluminescente-di-Senini

Il pavimento fotoluminescente di Senini

Giardino verticale Carlo Civera

Carlo Civera, azienda di Brescia, progetta, realizza e installa giardini verticali artificiali e pareti vegetali piane o curve di qualsiasi dimensione, per ambienti interni ed esterni (con protezione Uv).

In termini di bellezza e floridezza sono identici a quelli veri, senza richiedere costante cura e attenzione, raggiungono inoltre una profondità da 15 a 50 centimetri circa, in modo da offrire un effetto tridimensionale realistico anche se osservati da lontano. Una alternativa possono essere le pareti in lichene stabilizzato o artificiale, utilizzati per decorare ambienti privati, ristoranti, hotel, uffici, negozi e vetrine.

Nell’orto, con Die3Design

Die3Design, azienda trentina specializzata in outdoor, nella sua vasta gamma di prodotti ha ideato anche Azalea, linea di fioriere dove è possibile realizzare il proprio orto o giardino verticale personalizzato con facilità. La base solida di questo sistema di supporti, pannelli da installare sul proprio balcone, è pensata per ospitare fioriere progettate per contenere vasi di dimensioni standard.

La soluzione sfrutta al massimo lo spazio sui muri inutilizzati e sui balconi più stretti, e grazie a questa soluzione verticale si può arredare e abbellire qualsiasi ambiente esterno.

I-giardini-verticali-di- Die3

I giardini verticali di Die3

Modularità minimal di iPot

Il progetto iPot, azienda di design e architettura di Milano, è basato sulla modularità: ogni componente è stato ottimizzato a livello statico ed estetico, minimizzando lo spreco di materiale in fase di produzione, e riducendo lo spazio d’ingombro in fase di stoccaggio e trasporto. iPot è un prodotto con un ciclo di vita lungo grazie alle infinite possibilità di riconfigurazione e riutilizzo.

Arredare portando la natura in ambienti domestici, di lavoro e di svago è un altro importante tratto distintivo del progetto iPot, che risolve il crescente bisogno di verde ovunque, soprattutto nei contesti metropolitani. La struttura modulare di iPot è freestanding, leggera e riconfigurabile all’infinito.

Il semplice assemblaggio avviene attraverso l’incastro di due tipi di elementi: tubi quadri in alluminio e snodi in nylon. Il modulo base misura circa 20 x 20 x 20 centimetri e può essere ampliato e sviluppato in ogni direzione ortogonale per multipli delle stesse dimensioni. Ogni modulo può sostenere un carico di 5 chilogrammi. Gli elementi tubolari sono verniciati a polvere e sono disponibili in bianco o nero.

La struttura di iPot è adatta all’uso in interni o esterni. Alla struttura è possibile agganciare, incastrare, appoggiare e appendere diversi accessori: sacchetti per contenere le piante, ripiani, scatole aperte o con sportello, teche trasparenti e acquari, disponibili in vari materiali e finiture.

Dopo un’accurata fase di prototipazione e selezione dei fornitori, lo studio di design Supercake ha attivato e consolidato negli anni una sua rete di produzione locale, unendo gli aspetti industriali alla cura artigianale dei dettagli.

La distribuzione del prodotto si avvale soprattutto dei canali di vendita online. Il team di Supercake mette a disposizione dei clienti tutta la sua professionalità e competenza assistendoli gratuitamente durante la fase di progettazione e fornendo loro istruzioni di montaggio dettagliate. Alla base dell’azienda c’è uno studio di architettura e design in grado di gestire agevolmente piccoli e grandi progetti, e i relativi appalti.

Ipot

La modularità minimal di Ipot

Agricoltura idroponica di Serrashop

L’agricoltura idroponica consiste in un sistema di coltivazione che utilizza contenitori con soluzioni nutrienti invece di terreno per far crescere le piante. Questo metodo è stato sviluppato per fornire un ambiente controllato e controllabile, per la coltivazione di piante che può essere utilizzato sia in ambienti interni che esterni.

La coltivazione idroponica offre molti vantaggi: maggiore efficienza nell’utilizzo delle risorse, una maggiore produzione di piante e un minor rischio per i vegetali di contrarre parassiti. Serrashop ha sviluppato la tecnica e vende torri idroponiche apposite per balconi, dove fare l’orto e coltivare essenze non è mai stato così facile.

Le green box di Wagner

Che siano in legno o in laminato i green box sono tavoli da coltura: di diverse dimensioni, impermeabilizzati, per affondare le mani nella terra e coltivare. L’azienda italotedesca Wagner ha la sua soluzione con i suoi green box: sviluppati sull’onda del trend dell’urban gardening, per terrazze e balconi.

Sono così flessibili da poterli usare anche nei piccoli spazi, anche all’interno di casa. Grazie al legno trattato con materiali particolari e resistenti alle intemperie, l’azienda fornisce standard di resistenza, qualità e durabilità nel tempo.

Wagner

La green box di Wagner

Vasi per tutti i gusti

Vasi, sottovasi e fioriere, sono la base, il must have. Per questo Plastecnic ne produce a centinaia, elementi adatti a tutti i tipi di arredamento. Professionali, dai lineamenti semplici, oppure classici ed elaborati, con intere collezioni composte totalmente made in Italy e, soprattutto, all’insegna della sostenibilità.

Il ciclo produttivo e logistico è stato pensato per disperdere meno Co2 nell’ambiente, per risparmiare energia e recuperare acqua, con prodotti performanti composti da materie prime, a ridotto impatto ambientale e riciclabili.

Coltivare su terrazzi e balconi

Per chi ha il pollice verde, la scelta è vasta. Piante da vaso, piante grasse, rampicanti, ma anche un’esplosione di tanti fiori colorati: gerani, petunie, margherite, lavanda, campanelle.

Per gli appassionati dell’orto si può pensare alle essenze: dai classici salvia, basilico, rosmarino e timo fino a pomodorini, limoni e insalata.

Ma per un verde curato servono gli attrezzi del mestiere: Husqvarna Italia, branch del gruppo svedese, da oltre 300 anni produce questi utensili. Cesoie, decespugliatori, tagliaerba. Di tutto, per tutti e per tutte le esigenze. Dal piccolo al grande.

di Alice Fugazza

Articoli Correlati

isolamento

Con la facciata ventilata BF l’isolamento inizia dall’esterno

L’azienda specializzata in facciate ventilate propone un sistema di isolamento che coniuga una migliore coibentazione dell’edificio con un’ampia flessibilità per…

Faraone

Parapetti in vetro Faraone: la sicurezza che viene dal rispetto delle norme

La sicurezza non ha prezzo: per questo nella scelta dei parapetti in vetro vanno controllati attentamente i parametri tecnici proposti…

Sif Ialia

Gestione immobiliare Sif Italia, gli amministratori che diventano Tenant

Nei condomini c’è bisogno della psicologa. No, i condomini non sono delle gabbie di matti, e nemmeno dei ring dove…

Sei un amministratore di condominio? Un’impresa, un ente o un professionista?
Oppure un privato che abita in spazi condominiali?

Abbonati alla nostra rivista
Avatar for Michael

Autore: Michael

© 2015 - 2024 CasaCondominio - C.F. e Partita IVA 07316460158