Casa, a uomini e donne piace smart

Una casa intelligente genera molti benefici e offre svariate possibilità di automazione domestica per tutte le età. Quello della “Smart Home” è il trend del momento, in particolar modo tra i consumatori più giovani. Un sondaggio condotto in Austria nel 2016 sull’interesse di uomini e donne per l’utilizzo di tecnologie domestiche intelligenti porta ad una sola conclusione: in campo “Smart Home” entrambi i generi viaggiano sulla stessa linea. Ben il 55%  degli uomini e il 56% delle donne hanno dichiarato di avere interesse per soluzioni intelligenti di automazione per la casa. In Germania quasi un terzo degli intervistati per un sondaggio dalla società britannica di rilevazioni statistiche YouGov vorrebbe vivere in futuro in una casa intelligente dotata di tecnologie domotiche. Differenti, invece, sono gli ambiti nei quali uomini e donne vorrebbero investire.

Infatti, secondo un’indagine statistica effettuata in Germania nel 2015, per gli uomini di età compresa tra i 16 e i 69 anni sarebbe il tema “sicurezza”, con rilevatori di fumo o sonde per il rilevamento di perdite d’acqua, a giocare un ruolo fondamentale. Solo un magro 43% del gentil sesso, invece, pare essere interessato a tecnologie domestiche intelligenti di questo tipo. In tema di risparmio energetico (riscaldamento) e sistemi d’allarme, il quadro che si profila è più o meno simile: tra gli uomini sarebbero rispettivamente il 49 e il 45 per cento quelli pronti a rendere in questo senso la propria abitazione più “smart”, ricorrendo all’utilizzo di tecnologie domotiche. Tra le donne, solo il 40 e il 34% rispettivamente ritiene importanti accorgimenti di questo tipo. In materia di dispositivi di assistenza per gli anziani, invece, sono proprio le signore con un 20% delle intervistate a nutrire maggiore interesse.

Ddl_domotica

Nella generazione dei millennials una “Smart Home” è roba da donne

“È in particolare quella dei millennials la generazione che più fa affidamento sulle tecnologie di automazione delle abitazioni intelligenti”, dichiara Hartwig Weidacher, esperto di Smart Home e amministratore delegato di myGEKKO|Ekon Srl, società attiva nel settore dell’automazione domestica. Sono in particolare le donne nate tra il 1980 ed il 1999 a mostrare una maggiore affinità con il mondo domestico It. L’80 per cento delle intervistate in questa fascia d’età opterebbe per l’uso di tecnologie intelligenti nella propria abitazione, volendo decidere in prima persona quali siano gli impianti da dotare di sistemi intelligenti. I nuovi ambienti domestici “smart” convincono le donne millennials grazie alle molteplici funzionalità. Particolarmente amate sono, ad esempio, le soluzioni “phone home” che con SMS su smartphone tengono informati i padroni di casa su cosa sta accadendo all’interno della loro abitazione. Un must sono i sistemi di allarme in caso di furti o incendi, così come le notizie in tempo reale su eventuali perdite d’acqua.

Sono molti i vantaggi che offre una casa intelligente. Le sue tecnologie innovative tengono in considerazione esigenze e desideri degli utenti di qualsiasi fascia d’età –non solo delle donne. I suoi sistemi di automazione pratici e funzionali permettono agli inquilini di monitorare e controllare tutte le funzioni, dall’illuminazione alla sicurezza. La regolazione di schermature solari tramite l’utilizzo di dispositivi digitali, ad esempio, consente di migliorare il livello di comfort della propria abitazione. Anche sistemi di allarme automatici forniscono un prezioso supporto. La casa intelligente comunica, permette di monitorare e controllare tutte le sue funzioni e, nel caso, di ottimizzarle in maniera comoda e veloce. “La domanda è alta”, sottolinea Hartwig Weidacher. Sarebbero le aziende, secondo Weidacher, a doversi giocare bene la loro partita, offrendo sistemi pratici, flessibili ed intelligenti che si adattano alle esigenze del consumatore.

[myGEKKO | Ekon Srl]

Casa, a uomini e donne piace smart ultima modifica: 2017-03-29T12:00:29+00:00 da Virginia Gambino
Categories: In Evidenza, news