Condominio Ok a Finale Ligure: provincia di Savona in prima linea per la riqualificazione

Condominio Ok in provincia di Savona

Tutto pronto per la nuova tappa di di Condominio Ok, il roadshow organizzato da Virginia Gambino Editore che porta in giro per l’Italia le opportunità della riqualificazione energetica e del consolidamento strutturale per il patrimonio immobiliare del Belpaese. Next stop? Finale Ligure. Già, perché anche a Savona e dintorni c’è tanto bisogno di dare una rinfrescata all’impolverato stock abitativo, che è vecchio e molto dispendioso in termini di consumi energetici. Le soluzioni per efficentare le case ci sono, ma bisogna conoscerle: ecco perché è importante fare buona (in)formazione.

LEGGI IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

Tra i patrocinatori dell’evento – gratuito e forte di crediti formativi per i professionisti – c’è la stessa provincia di Savona. In vista dell’appuntamento di mercoledì 7 maggio, vigilia della festa della donna, non potevamo che dare parola a una donna: Luana Isella, vicepresidente della provincia di Savona.

Provincia di Savona_Isella

Domanda. Mercoledì 7 l’appuntamento a Finalborgo con il roadshow Condominio Ok per parlare di riqualificazione energetica dei condomini di Savona e dintorni. E il vostro ruolo come provincia qual è?

Risposta. Nonostante la recente riforma delle provincie, che ha ridotto le nostre competenze, siamo rimasti un soggetto coinvolto in materia di edilizia e costruzioni: gestiamo la delega ai fabbricati, per cui oltre a monitorare con particolare attenzione l’edilizia scolastica, svolgiamo sempre una funzione di controllo in materia di  nuove edificazioni e ristrutturazioni.

D. Ma c’è sufficiente conoscenza sul sisma bonus e i bonus casa?

R. Ce n’è, ma si può sempre fare meglio. Noi come provincia abbiamo iniziato in questo 2018 un ciclo di incontri (in)formativi: a inizio anno abbiamo partecipato a un convegno sul sisma-bonus insieme alla Confartigianato e mercoledì 7 l’evento di Condominio Ok è un’ottima occasione per informare e imparare. Personalmente, penso sia fondamentale creare una sinergia con tutti gli ordini professionali e ci stiamo lavorando proficuamente in questo senso, perché il contatto e il dialogo diretto con il mondo professionale è imprescindibile. Il nostro obiettivo è tenere incontri periodici in cui si fa il punto sulle novità a livello normativo. Per esempio, il prossimo appuntamento in calendario potrebbe essere un focus sulle nuove NCT (Norme tecniche per le costruzioni 2018). Ciò detto, il nostro impegno è quello di promuovere una politica volta più alla ristrutturazione e alla riconversione del patrimonio esistente che alla nuova edificazione, perché la saturazione del suolo è alta.

D. La Liguria è un territorio delicato. E dallo scorso anno Savona è passata da zona sismica 4 a 3…

R. Esattamente. Ogni qual volta c’è un episodio alluvionale importante, vengono a galla le criticità legate alla impermeabilizzazione del suolo, alla poca pianificazione territoriale e all’edificazione spinta. Circa ogni due anni viviamo situazioni di difficoltà idrogeologica, penso alla Val Bormida e al Varazzino, ma siamo pronti e attrezzati per rispondere al meglio. A livello sismico, il rischio è moderato, però c’è e non bisogna mai sottovalutarlo: la prevenzione è tutto. Dobbiamo essere bravi noi amministratori a rimanere al passo con le normative in continuo aggiornamento, consapevoli che abbiamo a che fare a con un patrimonio edilizio particolare. E bisogna far capire che tutte le agevolazioni e i bonus che incentivano la ristrutturazione dell’esistente offrono interessanti possibilità. Quindi, più ci sono appuntamenti che fanno informazione sulla conservazione e la riqualificazione degli edifici e meglio è. Proteggere il territorio, le sue particolarità e le sue ricchezze è un nostro dovere e ci possiamo riuscire ancora meglio se siamo capaci di investire bene su quello che abbiamo già a disposizione.

D. Qual è lo stato dell’edilizia locale?

R. Abbiamo vissuto un periodo buio in cui si era fermato tutto. Però oggi, confrontandoci anche con la Confartigianato e le unioni degli industriali, vediamo come qualcosa si stia muovendo da diversi mesi. Le ristrutturazioni, le demolizioni e ricostruzioni, gli adeguamenti e le sopraelevazioni la fanno da padrone.

ISCRIVITI ALL’EVENTO

Condominio Ok a Finale Ligure: provincia di Savona in prima linea per la riqualificazione ultima modifica: 2018-03-05T15:46:53+00:00 da fabio franchini
Categories: In Evidenza