Skip to main content

Sorpresa: le spese di efficientamento si pagano con i crediti fiscali

La Legge di Stabilità ha finalmente sanato una vergognosa ingiustizia sociale che si verificava in merito alle detrazioni fiscali per lavori di efficientamento energetico. Infatti, fino a oggi potevano usufruire dei benefici fiscali solo quei condomini che avevano redditi tali da contenere la detrazione, mentre rimanevano esclusi i meno abbienti. Ora, come specifica la guida pubblicata dall’Agenzia delle Entrate, per le spese di risparmio energetico condominiali effettuate nell’anno 2016 i condòmini che si trovano nella no tax area (cioè gli incapienti) potranno cedere il corrispondente credito fiscale ai fornitori che hanno eseguito i lavori. L’Agenzia delle Entrate comunicherà le modalità di attuazione e gli adempimenti necessari.casa-lavori

Articoli Correlati

Milano skyline

In aumento il costo degli affitti

Secondo l’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa il mercato delle locazioni, nella seconda parte del 2023, continua a registrare un aumento…

Sif Italia si espande con nuove acquisizioni

Sif Italia, società attiva nel settore dell’amministrazione e gestione degli immobili, quotata sul mercato Euronext Growth Milan, continua la sua…

Condominio a Milano

Coima rafforza il vertice e vara un piano triennale

Coima, gruppo di sviluppo e gestione di patrimoni immobiliari per conto di investitori istituzionali guidato da Manfredi Catella, annuncia nuove nomine…

Sei un amministratore di condominio? Un’impresa, un ente o un professionista?
Oppure un privato che abita in spazi condominiali?

Abbonati alla nostra rivista
Avatar for Virginia Gambino

Autore: Virginia Gambino

© 2015 - 2024 CasaCondominio - C.F. e Partita IVA 07316460158