Skip to main content

Contract District Group semplifica la configurazione di interior di una nuova residenza

Lorenzo-pascucci

Contract District Group ha recentemente aggiunto al perimetro delle proprie collaborazioni industriali nuovi eccellenti marchi di interior design per semplificare il processo di configurazione di una nuova residenza.

All’evoluzione si è aggiunto di recente TECMA – Tech Company specializzata nella digital transformation per il settore del real estate con cui è stata attivata una joint venture industriale per il lancio di un nuovo sistema di valorizzazione delle specifiche di un’unità abitativa con materiali, finiture e arredamento attraverso configuratori digitali sviluppati per il mercato immobiliare residenziale, in vendita ed in affitto. Questa nuova tecnologia si chiama Home Configurator ed è stata recentemente presentata presso l’ADI Design Museum a Milano durante l’evento “Digital Contract” .

Contract District si conferma come il punto di riferimento per il contract di interior nel real estate, con un’offerta di servizi unici che da sempre accompagnano il cliente nel percorso di scelta degli Interni, iniziando dal momento dell’acquisto dell’immobile fino alla consegna e all’assistenza post vendita. Tra questi l’app Home-J che trasforma, semplificandola, l’esperienza di acquisto di un immobile grazie alla digitalizzazione delle fasi di avanzamento del percorso di personalizzazione e allestimento di interior design, oltre alla semplificazione di firma e consultazione documentale e l’attivazione di survey funzionali a misurare in ogni istante la soddisfazione del cliente.

Unico anche il servizio del noleggio a lungo termine degli arredi con formule di digital payment in partnership con Compass Rent: un servizio nato pensando al crescente numero di investitori interessati ad acquistare case da destinare alla locazione e ad al pubblico sempre più fitto di famiglie e single che preferiscono soluzioni in affitto piuttosto che in acquisto. Non a caso è stata aperta una nuova business unit interna alla piattaforma dedicata al comparto del Build to Rent residenziale, cioè a progetti di immobili nuovi o in totale riqualificazione destinate all’affitto.

Contract District guidato dal ceo & founder Lorenzo Pascucci, ha chiuso il 2022 con un giro d’affari di 21 milioni di euro, registrando un + 60% rispetto all’anno precedente, con oltre 700 abitazioni consegnate e già una previsione di consegna di 2.000 appartamenti entro l’inizio di Milano Cortina 2026.

Questi risultati sono raggiunti grazie ad un team di 90 dipendenti e due hub logistici, uno sul territorio di Roma dove sono si sono strette importanti relazioni con un service provider locale e uno di oltre 1000 mq di recente acquisizione, nella zona strategica di Rho. L’Headquarter resta a Milano, il 90% delle risorse che lavorano sui brand sono state spostate in cloud, mentre le risorse dedicate alle attività di consulenza alla vendita sono le uniche a rimanere legate agli spazi fisici esperienziali commerciali dedicati (show-room o store dedicati all’iniziativa immobiliare).

Articoli Correlati

Soluzioni-per-esterni

Arredare balconi e terrazzi per stare all’aperto come a casa

Con l’arrivo della bella stagione anche nei condomini fervono i lavori negli spazi esterni, come giardini, balconi e terrazzi. Ecco…

Faraone

Parapetti in vetro Faraone: la sicurezza che viene dal rispetto delle norme

La sicurezza non ha prezzo: per questo nella scelta dei parapetti in vetro vanno controllati attentamente i parametri tecnici proposti…

Sif Ialia

Gestione immobiliare Sif Italia, gli amministratori che diventano Tenant

Nei condomini c’è bisogno della psicologa. No, i condomini non sono delle gabbie di matti, e nemmeno dei ring dove…

Sei un amministratore di condominio? Un’impresa, un ente o un professionista?
Oppure un privato che abita in spazi condominiali?

Abbonati alla nostra rivista
Avatar for Veronica Monaco

Autore: Veronica Monaco