Condominio_Cinisello Balsamo_KL[4]

Biomasse in condominio con KWB e Carbotermo

KWB_Condominio_Cinisello Balsamo_KL[1]

Ci sono condomini che scelgono di abbandonare il gasolio per le biomasse. Le cause sono tante: il costante aumento dei prezzi dei combustibili, la crescita dei livelli di inquinamento, i costi e lo spreco energetico.

Un condominio nel centro di Milano, per esempio, ha scelto di sostituire la propria caldaia a gasolio con una caldaia a pellet Pelletfire Plus di KWB da 135 kW dotata dell’innovativo bruciatore a cingoli. La nuova caldaia produce acqua calda per il riscaldamento domestico di 22 appartamenti e garantisce un risparmio in termini di costi annuali per il riscaldamento oltre che una riduzione delle emissioni di CO2.

A Milano ci sono ancora centinaia di condomini riscaldati a gasolio, con impianti di tipo centralizzato. Inoltre, molte zone centrali della città non sono metanizzate (a causa della compresenza nel sottosuolo delle linee della metropolitana, che prevedono una distanza minima di 60 metri dai tubi del metano) e numerosi edifici hanno locali tecnici non adeguati a ospitare centrali termiche a gas metano.

Grazie alla nuova caldaia Pelletfire Plus di KWB è possibile garantire notevoli risparmi in termini di costi annuali per il riscaldamento rispetto all’utilizzo di carburanti tradizionali, oltre che una riduzione delle emissioni di CO2Dotata di bruciatore a griglia mobile con cingoli – novità assoluta nel mondo del riscaldamento a biomassa – la caldaia è in grado di funzionare con pellet, legno e combustibili di origine agricola e di adattarsi automaticamente alle diverse qualità di biocombustibile. La Pelletfire Plus è disponibile in diverse taglie di potenza da 45 a 135 kW ed è classificata in classe 5 secondo la norma EN 303-5:2012

Il progetto di sostituzione della caldaia Unical da 250 kW con una KWB da 135 kW è promosso da Carbotermo, azienda milanese specializzata nel commercio dei combustibili, nella realizzazione e nella gestione di impianti di climatizzazione invernale ed estiva, e nell’installazione e gestione degli impianti a biomasse.

Carbotermo fornisce un vero e proprio «Servizio Calore» con il condominio che ha in comodato d’uso la caldaia KWB (con diritto di riscatto a fine contratto) che viene alimentata dal pellet rifornito dalle autobotti in via di certificazione ENplus di proprietà di Carbotermo stessa. Quest’ultima però non vende direttamente il pellet che conferisce bensì vende il calore, espresso in MWh, che il condominio usa annualmente e che viene calcolato grazie a un contatore di energia che misura l’energia termica consumata dall’impianto. Il prezzo del MWh è definito da Carbotermo in base al costo del pellet, al rendimento del generatore e ai quantitativi consumati (più questi sono alti, più si abbassa il prezzo).

In 20 anni di attività, KWB ha equipaggiato oltre 70.000 clienti in Europa, Canada e Cile con caldaie a biomassa.